lunedì 26 ottobre 2009





Lascia stare tutto quello che non vedi
È inutile fissarsi

Andare con lo sguardo oltre le montagne
Del quadro che hai davanti

Se vuoi vittoria avrai vittoria
Se vuoi sconfitta avrai sconfitta

Ma poi destino e naftalina, mai
Non chiuderlo in soffitta

Lascia stare tutto quello che non vedi
È inutile fissarsi

Andare con lo sguardo tra i marciapiedi
Solcati dai passanti

Se vuoi ragione hai ragione
A proseguire col tuo istinto

Ma non cambiare direzione, vai
Avanti sempre dritto

Primo giorno di lavoro
Già un reclamo e sono fuori
Il tavolo svuotato dagli oggetti inutili

Torna la giacca nell’armadio e si può
Far la scommessa che non riuscirà

A ricambiare tutto l’amore
Che mi hai saputo dare

Lascia stare tutto quello in cui non credi
È inutile fissarsi

Andare con lo sguardo tra le pareti
Ed i muri che hai davanti

Se vuoi ragione hai ragione
A proseguire col tuo istinto

Ma non cambiare la benzina, mai
Nel mezzo di un tragitto

Ti saboterai da sola un brivido
E poi te ne pentirai

Il masochismo è tuo
Meccanismo autodistruttivo
Dai che arrivo

Primo giorno di lavoro
Già un reclamo e sono fuori
Il tavolo svuotato dagli oggetti inutili

Torna la giacca nell’armadio e si può
Far la scommessa che non riuscirà

A ricambiare tutto l’amore
Che mi hai saputo dare

Lascia stare tutto quello che non vedi
E togliti quei guanti
Finché non c’è una legge che te lo vieti
Appoggiati ai miei palmi

Se vuoi ragione avrai ragione
A proseguire col tuo istinto

Ma non cambiare la benzina, mai


Nel mezzo di un tragitto

1 commento:

  1. E NON CABIARE ROTTA !!! magari ripara qualche vela strappata ...

    RispondiElimina

...qualsiasi parola ha sempre un valore...