domenica 7 febbraio 2010

video

è un'inverno che va via da noi
(allora come spieghi questa maldetta nostalgia)







Circa un'anno fa, decisi di cercarti, in modo repentino ed impulsivo!
Ricordo ancora quel giorno, un primo anonimo discorso, era domenica.

Un mio vecchio parente direbbe in circostanze come queste: "ne è passata di acqua sotto i ponti!...."
..e quanta acqua è davvero passata!

Ho visto il cielo cambiare innumerevoli colori, tutti figli di stagioni diverse, particolari, a tratti esclusive... ma non ho visto nessuna risposta bussare alla porta dei miei perchè... e questo ad 'oggi ancora contamina le mie notti..... irrompendo silenziosamente, e scatenando un "caos calmo".

La mia "playlist" gira da un'anno.... ininterrottamente, ogni mattina, ogni sera, ogni notte che chiudo gli occhi e faccio la guerra con il mio mondo, con i miei demoni... con le mie paure.

Molto e cambiato, molto sta cambiando ancora adesso, anche in questo momento.

Per la mia vita, macchiata da incognite pazzesce, e per la tua di Vita, labirintica, forse semplice da guardare, ...ma impossibile da capire; direi sicuramente che la tua armatura ha retto alla perfezione, anche se corromperei Caronte per farmi traghettare nel tuo inferno e vedere il rosso sangue di mille ragionamenti astratti e mai materialmente capaci di essere capiti.....

e mi chiedo sempre il "perchè"

il perchè di come sono, di come ho voluto agire, il perchè stavo cercando di affogare per respirare,
il perchè la vita cuoce a fuoco lento un'impeto nascosto ed impulsivo, capace di sgretolare anche il più solido dei muri.

Ho evidenti problemi di equlibrio mentale, inutile nascondermi dietro al vento.
Per quanto spesso ho stima di me stesso, finisco puntualmente di tradire ogni mia singola aspettativa, per poi patire in una cella umida e stagnante, prigioniero della mia mente.

e faccio pagare il dazio ad un'anima che mi ama e che mi è vicino, sempre e quotidianamente.
Incondizionatamente.
Lei piange dentro,
Io maledico me stesso.


Ma Rifarei tutto.

Rincarterei quel libro, rimetterei giusto tre cose nella borsa, e ripartirei di mattino presto, solo per guardarti nuovamente, solo per riassaporare due umili giorni, tra lacrime, sorrisi e molte, molte parole non dette.

Ridormirei nel tuo letto,
e ti rilascerei la mia maglietta preferita,
per poi ritornare tra le mie cose, lasciando un'improbabile terremoto alle mie spalle,
sgretolare case e anime.

e ricadrei nuovamente in tutti gli errori che da li in poi ho commesso, fino all'ultima volta che ti ho ritorvata qui.............. ed ho "rotto" un silenzio che forse doveva rimanere "silenzio" e basta!

Non mi importa di capire il perchè adesso visibilmente la tua anima soffre, anche se è una domanda costante che provoca rugine nelle vene....

non mi importa capire realmente perchè ho scelto una vestito nuovo per la mia vita........

un vestito imperfetto, perchè non sono bravo nell'arte del cucito......


ma credimi, ce la stò mettendo tutta.




Questa canzone è per Te,
perchè mi ricorda una domenica di frebbraio,
mentre il sole toccava la mia fronte...

e ti pensavo.





BuonaVita
e
BuonaSofferenza





AngS



1 commento:

...qualsiasi parola ha sempre un valore...