martedì 20 luglio 2010

temporary suspension





Volavano le foglie nel cielo senza stelle
l’inverno non è freddo nel centro della mente

il pomeriggio è pieno di gente che non sa che fare
vorrei la macchina del tempo per andare a guardare

Volavano gli uccelli in una notte strana
giravano attori e stelle in fila indiana

stanotte nasce un re,
qualcuno ci sta già credendo
ma c’è a chi ancora non importa affatto
e sta ancora aspettando

Ognuno ha la sua visione del mondo che c’è
ognuno ha la religione che è meglio per se

ma c’è qualcosa nell’aria che ancora non va
fa più danni l’ignoranza della mano
che domani sparerà

Volavano gli aerei sul cielo di Berlino
cadevano le bombe, cambiavano il destino

mi sembrano pazzie,
cose di un’epoca ormai lontana
invece tutto succede ancora
e forse peggio di prima

Ognuno ha la sua visione del mondo che c’è
vive la sua condizione e dà il meglio di se

ma c’è qualcosa nell’aria che ancora non va
fa più danni l’ignoranza della bomba
che domani scoppierà

fa piu’ danni l’ignoranza dei veleni
che respira una città

Il giorno sa di buono
la notte sa di menta
ho acceso una candela
e ancora non si è spenta

vorrei cambiare il mondo
ma so che non lo posso fare

continuerò a scrivere







lasciatemi sognare








1 commento:

  1. devi continuare a scrivere!

    ti vieto di smettere! ;-)

    RispondiElimina

...qualsiasi parola ha sempre un valore...