domenica 23 ottobre 2011




Ti prego chiamami tesoro adesso 

mentre piove 
e l’aria è fredda 

e ogni goccia d’acqua che mi sta bagnando
mi parla un po’ di te 

sono giorni che cammino senza meta
portandoti per mano 

se anche torneremo uguali a prima 
non importa 

se dovrò mandarmi in cenere
per ritornare a vivere 

La pioggia mi feriva
e non avevo più parole 

ora è diventata neve
e cade morbida..

E io sono quello a cui
fai accender sigarette
e sono quello
per cui le hai accese tu 

Il sano non crede al malato
e si annoia alla malattia 

se avevi dei ricordi ora
ora son passati a me
e sono nudo per strada 

da quando non mi copre il tuo sguardo 

E nuda è la strada
 e i binari 
e le insegne 

e nuda sei tu 

il mondo ora è nudo 

se non lo copre il tuo sguardo

Siamo orfani ora
io te 
e la strada 

se non si divide il buio
si tradira’ sempre la luce 

Io te 
e la strada
se non si divide il buio 


siamo orfani ora


Ti prego chiamami tesoro adesso 

mentre piove e l’aria è fredda 

e sono giorni che cammino senza meta 





portandoti nel cuore 






2 commenti:

  1. semplicemente...più di 5 minuti...!

    RispondiElimina
  2. meraviglioso Vinicio.
    amo questa canzone..visceralmente.

    RispondiElimina

...qualsiasi parola ha sempre un valore...