mercoledì 31 ottobre 2012




Cosa posso perdere:

regalando tutte le mie cose,
forse troppa ingenuità 

mi sommerge
ma sono contento
 
quanta fatica
per evitare
di mentire
a me stesso
 
quanta fatica
per ascoltare
le parole
di chi non pensa 



Cosa posso perdere:
 
regalando tutte le mie cose
un vestito usato, 
un vecchio disco
un libro che ho già letto 

quanta fatica
nell'accettare
il sentirsi dire che è poco 

quanta fatica
per ascoltare
le parole di chi cambia il gioco 



martedì 30 ottobre 2012




Mi lasci perplesso 
ma è un modo elegante per dirti ti amo 

Non ho padronanza dei termini adatti 
ma godo al contatto 

Trattami come se fossi tuo
Trattami come se fossi un dio

 
Sfiorami lentamente
.
Lasciami il fiato 
per dirtelo ancora 

Lasciami il fiato 
per fartelo ora 


Mi piace giocare 
sembrarti indecente 
parlarti all'orecchio 
dicendoti niente 

In fondo 
hai intuito che sono bigotto
 
Un monaco mancato 
una piccolo uomo forse
 
Trattami come se fossi tuo
Trattami come se fossi un dio
 
Un bambino impertinente 

Lasciami il fiato 

Lasciami il fiato







lunedì 29 ottobre 2012



Prima luce del mattino 

ti ho aspettato 
cantando a bassa voce 
e non è la prima volta 

ti ho anche seguita con lo sguardo 

sopra il tavolo 
e tra i resti del giorno prima
 e tra le sedie vuote 

qualcosa nell'aria suggeriva 

in fondo non c'è troppa fretta 

mentre accarezzavo l'idea delle coincidenze, 
raccoglievo segnali 

Spiegami cosa ho tralasciato
è quell'anello mancante la fonte di ogni incertezza 

spiegami cosa mi è sfuggito 


Prima luce del mattino 


quanti sforzi inauditi
per tollerare preconcetti e maldicenze 

qualcosa nell'aria suggeriva
in fondo non c'è troppa fretta 

mentre accarezzavo l'idea delle coincidenze 


Spiegami cosa ho tralasciato

è quell'anello mancante la fonte di ogni incertezza 

spiegami cosa mi è sfuggito 

è quell'anello mancante


voragine che divora 
e non restituisce 


Divora e non restituisce 






domenica 28 ottobre 2012






Come se potessi non essere fragile

dosare goccia dopo goccia le mie energie 


raccogliendo stracci delle mie fatiche silenziose 


posso essere felice 


dov'è la certezza
 
se la tua mano,
adesso,
non è piu' la stessa 


dov'è la certezza 

se ,forse,
 un giorno dovro' dire ho sbagliato 


come se sapessi comprare indifferenza 


 
cercare sguardo dopo sguardo 
lontane complicita' 

rileggendo i miei vecchi diari
 nella vecchia cucina vuota 




posso essere felice

...


.....ma posso essere 
felice con poco. 




 

sabato 27 ottobre 2012



Vivere non è difficile
potendo poi rinascere 

vivere non è difficile
potendo poi rinascere 


cambieremo le cose

un po' di leggerezza
e di stupidità

fingere 
 
tu riesci a fingere
quando ti trovi accanto a me 

fingere

avrei voglia di dirti

che è meglio se sto solo

e l'animale che mi porto dentro

non mi fa vivere felice mai

si prende tutto 
anche il caffè 

mi rende schiavo delle mie passioni 

e non s'arrende mai
e non sa attendere


 

l'animale che mi porto dentro 


 
vuole te





venerdì 26 ottobre 2012



La mia pelle è carta bianca per il tuo racconto 

scrivi tu la fine
io sono pronto 

non voglio stare sulla soglia della nostra vita
guardare che è finita

nuvole che passano 
e scaricano pioggia come sassi 

e ad ogni passo noi dimentichiamo i nostri passi

la strada che noi abbiamo fatto insieme
gettando sulla pietra il nostro seme

a ucciderci a ogni notte 
dopo rabbia
gocce di pioggia calde sulla sabbia 

amore, 
amore mio

questa passione passata come fame ad un leone
 dopo che ha divorato la sua preda 
ha abbandonato le ossa agli avvoltoi 

tu non ricordi ma eravamo noi 

noi due abbracciati 
fermi nella pioggia 

mentre tutti correvano al riparo 

e il nostro amore è polvere da sparo
il tuono è solo un battito di cuore 

e il lampo illumina senza rumore 

e la mia pelle 
è carta bianca per il tuo racconto 

ma scrivi tu la fine 

io sono pronto 




giovedì 25 ottobre 2012





Sei venuta a convincermi
o a biasimarmi per ciò che non ho ancora imparato 

Sei venuto a riprendermi 
  dai forza e coraggio al tuo canto eccelso


Portami con te non voltarti

conducimi alla luce del giorno 

Portami con te non lasciarmi
Io sono bendato ma sento già il calore 


È il momento di svegliarmi

é tempo di rinascere 

Sento addosso le tue mani
ed è un caldo richiamo

 perché ho bisogno di svegliarmi
di prendermi cura di te 



Ritorno alla vita…. 


Sei venuta a difendermi
a liberarmi imponendo oltremodo la tua ostinazione 

Sei venuta a riprendermi 
 distratta da voci che inducono in tentazione


Portami con te non ascoltarle

conducimi alla luce del giorno

 Portami con te non lasciarmi
Il varco è vicino 
ed io sento già il tepore 


È il momento di svegliarmi

é tempo di rinascere 

Sento addosso le tue mani
ed è un caldo richiamo 


perché ho bisogno di svegliarmi
è il momento di svegliarmi 


Ritorno alla vita…. 





mercoledì 24 ottobre 2012




Io non spegnerei la luce di un brivido 
perché non vedrei più le stelle che danzano 

Io non cambierei il canto di un angelo
perché non vivrei più questo sordo dipingere


La notte respira profumi di pace 

li tocco con la mia pelle 

non sento soltanto colori muti sulla mia pelle 

Io non spegnerei la luce di un brivido
perché non vedrei più le stelle che ridono 

Io non cambierei il canto di un angelo
perché non avrei più motivi per scrivere 

Risento la voce di Lei
e il suono che vibra senza sapore 

le pagine mute della sua vita 

mi esplodono dentro senza rumore



soltanto colori muti sulla mia pelle 








martedì 23 ottobre 2012





Fino a quando
sembrerà bellissimo 

quello che vedo, adesso, 
è un angelo 

e mi sembra di non sentire
le mie facili paure 

a piedi nudi suono seduto
nell'angolo 

Fino a quando
sembrerà impossibile 

rubare al tempo un battito, 

un secolo, 
un attimo 

e mi sembra di non sentire
le mie facili paure 

l'invadenza dei miei pensieri


Fino a quando volerai
nel mio cielo di terra e di fuoco 

quando le ali perderai 

guardami e dimmi perché 

Fino a quando questo fuoco
brucerà dolcissimo 

dalle tue mani un piccolo
miracolo 

E mi sembra di non sentire
le mie facili paure 

l'invadenza dei miei pensieri 

Fino a quando volerai
nel mio cielo di terra e di fuoco

quando le ali perderai 

guardami 



e dimmi perché




lunedì 22 ottobre 2012





Ottobre cordiale e insolito ritorno..

dando vita all'improvvisa urgenza
di cambiamento.

Il tempo a volte è ostile
ed altre complice.
.
soggettiva interpretazione
ma spesso torna utile perchè
può dare modo di arrivare..
a mettersi in gioco. 

Autunno lieve e indolente superba..
trentadue anni, capelli arruffati
in segno di ribellione.. 

Il tempo a volte è ostile
ed altre complice.. 

l'arma più efficace è l'attesa 

Questo è quanto dice mio padre:
"Se avrai calma e lucidità
non subirai il fascino
di comode scelte. 

Se avrai buon senso e volontà
trascurerai l'abitudine per
metterti in gioco". 

Riecheggiano le estati tiepide di agosto.
Dei vent'anni ricordo l'insolenza
e l'indecisione.. 

il tempo a volte è ostile
ed altre complice.. 

l'arma più efficace è l'attesa.

Questo è quanto mi dice mio padre:

"Se avrai calma e lucidità
non subirai il fascino
di comode scelte.
Se avrai buon senso e volontà
trascurerai l'abitudine.."
promettimi che eviterai
mediocri vie di mezzo.. 

accomodanti e che non soddisfano. 

(concilianti e che non ti appartengono) 

La fortuna abbraccia gli audaci
e non è pura coincidenza.. 

"Se avrai calma e lucidità
non subirai il fascino
di comode scelte. 

Se avrai buon senso e volontà
trascurerai l'abitudine per
metterti in gioco." 




per me_





domenica 21 ottobre 2012




Non hai mai sentito dire
che la bellezza delle cose ama
nascondersi 

ed è forte quello che ho dentro
distante dalla mediocrità 

ho rischiato di perdere tutto per non… subirla

Non hai mai sentito dire

che la bellezza delle cose ama
sorprenderti 

ed è forte quello che ho dentro
distante dalla mediocrità 

ho bendato i miei occhi da tempo 
per non… vederla 


ed avrei voluto trovarmi tra le tue parole più belle

raccogliere un brivido dai tuoi sguardi 

ed avrei voluto trovarmi tra le tue risposte distratte 


Abbiamo vagato a lungo 
in quei discorsi preziosi e contorti
senza concludere 

ed è forte quello che ho dentro
distante dalla mediocrità 

ho inseguito il rumore assordante per non… sentirla



ed avrei voluto trovarmi tra le tue parole più belle

raccogliere un brivido dai tuoi sguardi 

ed avrei voluto trovarmi tra le tue risposte distratte



non hai mai sentito dire

che la bellezza delle cose ama nascondersi 





sabato 20 ottobre 2012





questa notte 
una lucciola illumina la mia finestra 
e dentro un vecchio barattolo la conserverei 

 lei diceva il segreto è ascoltare in silenzio 
e dentro il cuore di un fiore 
in città non fiorire mai 

ora che il tempo si è fermato
 io sto aspettando, 

sto aspettando nodi in gola 
che graffiano le mani bianche del silenzio 

 e verso un cielo in bottiglia
 vorrei non guardare 

mai ora che il tempo si è fermato 
 io sto aspettando, 

sto aspettando 

sto aspettando, 

sto aspettando 


questa notte una lucciola illumina la mia finestra 

e nello scontrino di non so che 

 io raccolgo immagini


 immagini di Te.






 

venerdì 19 ottobre 2012




troppo presto 
non avevamo ancora finito 

ma cosa importa s
e il tempo è stato ingiusto 

ed io studiavo il modo migliore per dire le cose
in equilibrio sul filo delle mie stesse parole 

Ora che non ho niente da spiegare
non è rimasto molto da nascondere 

ora che il giorno invecchia tra le mani
non è rimasta un'ombra da inseguire … 

Troppo presto 
non avevamo ancora capito 

che rinunciare a volte può servire
ed inventavo il modo per avere
comunque ragione 

e non sentivo il peso delle mie stesse parole 

Ora che non ho niente da spiegare
non è rimasto molto da nascondere 

ora che il giorno invecchia tra le mani
non è rimasta un'ombra da inseguire
ed ho paura di restare sola 

di restare uguale a ieri… 

Ora che non ho niente da spiegare
non è rimasto molto da nascondere

ora che il giorno invecchia tra le mani
non è rimasta un'ombra da inseguire 

ed ho paura 
di restare solo

di restare solo 



di restare uguale a ieri




giovedì 18 ottobre 2012




L’amore, 

l’amore si fa attendere

Forse nel secondo tempo 
in un altro momento

Ma in un momento tutto puó succedere

Un battito di ali 
nel silenzio della vita


La passione è fuoco e cenere

Ed icolori che dipingono le tele
Mettono a nudo la semplicità

E siamo solo attimi da vivere così_





mercoledì 17 ottobre 2012






Rara la vita in due... fatta di lievi gesti,
e affetti di giornata... consistenti o no,
bisogna muoversi... come ospiti... pieni di premure
con delicata attenzione... per non disturbare
ed è in certi sguardi che... si vede l'infinito

 

Stridono le auto... come bisonti infuriati,
le strade sono praterie...
accanto a grattacieli assolati,
come possiamo... tenere nascosta... la nostra intesa
ed è in certi sguardi... che s'intravede l'infinito

 

Tutto... l'universo... obbedisce... all'amore,
come... puoi tenere... nascosto... un amore.
ed è così... che ci trattiene... nelle sue catene,
tutto... l'universo... obbedisce... all'amore

 

Come possiamo... tenere nascosta... la nostra intesa
ed è in certi sguardi... che si nasconde l'infinito

 


Tutto... l'universo... obbedisce... all'amore
come... puoi tenere... nascosto... un amore,
ed è così... che ci trattiene... nelle sue catene
tutto... l'universo... obbedisce all'amore...



 

martedì 16 ottobre 2012



Che dire,

ringrazio Marea per questo riconoscimento tale "Premio Simplicity"_

_non essendo abituato a nessun tipo di popolarità, nemmeno quella casuale,
ringrazio sentitamente....(ma credo questo di averlo già detto).


Cercando di seguire le linee logiche di questo "premio", 
posso dire a mio modo e a mio parere che la semplicità  è difficile spiegarla, raccontarla, quantificarla, disegnarla,....

potrei dire di trovarla magicamente, ogni mattina, negli occhi di qualcuno..., ma sarei alquanto banale,

perciò, la "semplicità" vera, quella pura e densa credo che la incontrerò quando smetterò di essere così maledettamente complicato.

(non riesco, al momento, ad essere più preciso di così_)




Dedico sempre a Marea questa immagine_






Riguardo ai dodici "nominati"
non nominerò nessuno (chiedo venia);

Leggo molti blog, quotidianamente, prendendo spunti, idee e sensazioni....
non ne ho di preferiti, in quanto credo che siamo tutti (anche se in via di estinzione) una gran bella famiglia.



Thank*s*marea

see*you


AngS_









Piove sui tetti argentati, 
piove malinconia... 


questo inverno pallido riporta il mio pensiero
a due coperte sordide...


piove

Piove ma tutto è un sogno;
presto si sentirà 

 
l'usignolo magico dire con le note
che fuori è il sole: guardalo!


....piove

Più in là nuvole 
e odore di te, 
 
quest'aria di pace...ma dentro di me rumore 

perchè qua non posso urlare!


Piove sui giorni smarriti, 
piove di nostalgia. 

 
tu conservi ancora gocce di tempesta
di ogni temporale

Più in là nuvole sapore di te, 

 
quest'aria di pace....
ma dentro di me rumore 

perchè quan non posso urlare!




lunedì 15 ottobre 2012





Con le mie mani,
con queste mani traccerò
il domani che vorrò

Con questi occhi riderò

per il mondo

Nell'aria c'è un vuoto che riempirò con le parole
 
Le lacrime calpesterò, 
le lascerò a chi le vuole…

Con il mio cuore parlerò, 
io paura non ne ho
 
Con queste ali fenderò l'orizzonte 


Fragile quel soffio appeso

ai margini di questo cielo..

le anime non sanno ancora
altrove cosa c'è!

Nell'aria c'è un vuoto che riempirò con l'emozione

Le lacrime calpesterò, le lascerò disciolte al sole…






domenica 14 ottobre 2012





Carezza d'autunno 
finalmente una mano amica 
Nessun rimpianto 
per quei mesi pigri e indolenti 

Non tutto ciò che è necessario è indispensabile 
Dei suoi occhi quell'enfasi estrema 
tradiva impazienza 

Esiste un riparo dai luoghi comuni 
e da certe espressioni di inciviltà 
in decorosi silenzi 



Dolce brezza d'autunno 
nell'abbraccio delle correnti 
nessun rimpianto 
per quei mesi feroci e struggenti 

Non tutto ciò che è necessario è indispensabile 
Dei suoi occhi quell'enfasi estrema 
tradiva impazienza 

Esiste un riparo dai luoghi comuni 
e da certe espressioni di inciviltà 
in dignitosi silenzi 

 
Esiste un riparo dai luoghi comuni 
e da certe espressioni di inciviltà 
in decorosi silenzi 

Non tutto ciò che è necessario è indispensabile 
Dei suoi occhi quell'enfasi estrema 
tradiva impazienza 



Esiste un riparo dai luoghi comuni





sabato 13 ottobre 2012





Perdonami 
per questa voce, disfatta 
dal fumo e dalla fatica e per questa 
attitudine decadente. 

Perdonami 
per questo aspetto, dimesso 
ed in triste abbandono. Il passare del tempo 
concederà saggezza e buon senso. 

La mia rivoluzione è pioggia 
sul bagnato, un castello di sabbia 
e non lascerà 
né infamia, né lode… 

Perdonami 
se non traggo beneficio dal dubbio 
e dai vili silenzi. Il passare del tempo 
restituirà onore al vero. 

La mia rivoluzione è pioggia 
sul bagnato, un castello di sabbia 
e non lascerà 
né infamia, né lode… 

La mia rivoluzione sembra già 
lotta contro mulini a vento, 
e non porterà 
medaglie al valore… 

La mia rivoluzione è pioggia 
sul bagnato, un castello di sabbia 
e non lascerà 
né infamia, né lode… 

La mia rivoluzione sembra già 
lotta contro mulini a vento, 
e non porterà 
medaglie al valore… 




venerdì 12 ottobre 2012





Volontà sei rimasta 
sorda e vulnerabile. 
Non ti credo, stai mentendo 
con astuzia e abilità. 

Volontà cieca e inerme, 
tristemente apatica. 

E cerco di orientarmi 
tra il buio e il disordine, 
tra spinosi indugi 
e puerile viltà. 

Freddi venti del nord mi raccontano 
di un'ottobre inoltrato e nostalgico. 
Posso udirli dal mio nascondiglio, 
attraverso un sottile spiraglio. 

Volontà sei rimasta 
tristemente invalida. 
Non ti credo, stai mentendo, 
goffamente, ma imperterrita. 

E cerco di orientarmi 
tra il buio e il disordine, 
tra vorticosi indugi 
e strisciante viltà. 

Freddi venti del nord mi raccontano 
di un'ottobre inoltrato e nostalgico. 
Posso udirli dal mio nascondiglio, 
attraverso un sottile spiraglio. 


freddi venti del nord...

raccontano....